La battaglia delle arance dello storico Carnevale di Ivrea - itVercelli

itVercelli

TRADIZIONI USI E COSTUMI

La battaglia delle arance dello storico Carnevale di Ivrea

Aranceri

La battaglia delle arance, questa una delle caratteristiche peculiari dello storico Carnevale di Ivrea, evento identitario delle tradizioni piemontesi. La manifestazione unisce in un mix perfetto storia e leggenda, tanto da essere considerata la kermesse carnascialesca più antica d’Italia. Come sempre il ricco programma del carnevale 2023 travolgerà le piazze del centro cittadino con un cerimoniale ben definito, tra cui si distingue la spettacolare battaglia delle arance. 

ll Carnevale di Ivrea

La tradizione del Carnevale di Ivrea risale al Medioevo. Protagonista indiscussa è la ‘vezzosa mugnaia’, ovvero Violetta, eroina e simbolo di libertà. La leggenda narra che la coraggiosa fanciulla libera il popolo dalla tirannia, uccidendo il Marchese di Monferrato. Un uomo nobile ma cattivo che affama la città e costringe le giovani spose allo ius primae noctis. La mugnaia prima seduce il nobiluomo, poi si ribella la notte dell’incontro, tagliandogli la testa con la sua stessa spada e dando inizio alla rivolta popolare.

Sfilata Storica Ivrea

Altre figure di spicco sono il generale, di origine napoleonica, e il podestà, in rappresentanza del potere cittadino. La mugnaia è accompagnata in corteo da maschere e figuranti in costume d’epoca. Da domenica a martedì grasso, nelle principali piazze cittadine, centinaia di figuranti danno vita alla battaglia delle arance. Una rappresentazione che sta a simboleggiare la rivolta del popolo contro il tiranno. La battaglia a colpi di agrumi dura tre pomeriggi e vede sfidarsi le squadre a piedi, prive di protezione, e quelle sui carri, riparate da caschi di cuoio. Per l’occasione arrivano ad Ivrea quintali e quintali di agrumi che saranno poi le ‘armi’ della battaglia.

Gli aranceri

Non mancano i carri allegorici e le sfilate dei figuranti in costume. Ci sono, ad esempio, i cosiddetti Carri da Getto trainati da pariglie o quadriglie di cavalli che trasportano gli aranceri, tutti bardati con imbottiture e maschere di cuoio e ferro. Le squadre degli aranceri sono Asso di Picche, seguiti dalle squadre Morte, Scorpioni d’Arduino, Tuchini, Scacchi, Pantere, Diavoli, Mercenari e Credendari.

Battaglia Ivrea

Ciascuna squadra a piedi è formata da centinaia di uomini e donne, pronti a colpire con le arance gli avversari sui carri. I costumi colorati, con campanelli alle caviglie e casacche legate in vita e semiaperte sul davanti, in modo da poter fare una bella scorta di agrumi da lanciare. Martedì grasso la festa si conclude con la premiazione delle squadre e l’abbruciamento in piazza degli scarli (i pali simbolo del carnevale). Mercoledì delle Ceneri la kermesse carnascialesca vive un’originale appendice con la tradizionale distribuzione di polenta e merluzzo in piazza Lamarmora.

(Foto Storico Carnevale di Ivrea – pagina Facebook)

La battaglia delle arance dello storico Carnevale di Ivrea ultima modifica: 2023-02-05T09:26:30+01:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x