FESTE E SAGRE TRADIZIONI

Sant’Eusebio: il primo agosto si festeggia il patrono di Vercelli

ritratto del patrono di vercelli Sant'Eusebio

Il primo agosto è un giorno di festa a Vercelli: si festeggia Sant’Eusebio, il patrono della città. Non è soltanto il patrono della cittadina piemontese, ma anche di Ottiglio, del Piemonte e della Regione Pastorale Piemontese. In quanti conoscono la sua vita? Come e quando è divenuto patrono? Quanti conoscono le sue origini e gli edifici di culto a lui dedicati? Scopriamolo insieme!

Sant'Eusebio - Duomo Di Vercelli
Il Duomo di Vercelli dedicato a Sant’Eusebio. Foto Stefania Filice

Sant’Eusebio di Vercelli

Nacque in Sardegna, a Cagliari, nel 283 e si trasferì, all’età di quindici anni, a Roma insieme alla sorella Eusebia, la quale coronò la vita col martirio. Il padre, di nome ignoto, morì martire e la madre, Restituta, fu una santa donna. A Roma venne istruito nella religione cristiana, soprattutto nelle Sacre Scritture, cosa che influì totalmente sulla sua vita.

Sant'Eusebio il patrono di vercelli
Reliquie di Sant’Eusebio, in Duomo a Vercelli. Foto: arcidiocesi.vc.it

Dall’andare presso le tombe dei martiri per venerarne le reliquie, passò presto a dedicarsi con tutto se stesso all’apostolato tra i pagani. Tanta passione, tanta devozione e tanto studio fecero sì che Papa Marco lo ordinò sacerdote nel 335. Papa Giulio, successivamente, lo ordinò vescovo e lo mandò a reggere la diocesi di Vercelli, in Piemonte.

Sant’Eusebio e la Madonna Nera

Un conflitto con l’imperatore Costanzo II lo portò all’esilio in Terrasanta, più precisamente a Scitopoli in Palestina. Da qui il trasferimento in Cappadocia e nella Tebaide egizia dove restò fino al 361, anno della morte di Costanzo II. Giuliano, il nuovo imperatore, pose fine all’esilio di Eusebio, che tornò in Piemonte. Dalla Terrasanta, portò il culto della venerazione della Madonna Nera, l’effige della Vergine dal volto scuro.

Sant'Eusebio  - Madonna Nera
La Madonna Nera del Santuario di Oropa

Secondo quanto tramandato, Eusebio nascose la Madonna Nera a Fontainemore, una cittadina valdostana. La spostò poi sui monti biellesi, nel punto in cui sarebbe sorto il Santuario d’Oropa. Morì il primo agosto del 371 a Vercelli, dove gli venne dedicato il Duomo, all’interno del quale si trovano le sue reliquie. È inoltre titolare della congregazione delle Figlie di Sant’Eusebio, fondata a Vercelli nel 1899.

Primo agosto, giorno di festa patronale a Vercelli

Sant'Eusebio e Fra Dolcino
Locandina dell’evento dedicato a Fra Dolcino nel giorno di Sant’Eusebio. Foto: Museo Leone Vercelli

Il primo di agosto, a Vercelli, è giorno di festa. Si comincia già dalla mattina con la celebrazione della santa messa in Duomo, a cura dell’arcivescovo metropolita Marco Arnolfo. Nel pomeriggio, il Museo Leone festeggerà la patronale con un appuntamento interessante ed imperdibile, dal titolo: Fra Dolcino. Storia di un eretico tra mito e realtà, a cura del conservatore Luca Brusotto e di Riccardo Rossi. Si tratta di un viaggio alla scoperta di una delle figure più controverse ed affascinanti della nostra storia.

Sant'Eusebio - Alessandra Marianelli
Alessandra Marianelli si esibirà nella Basilica di Sant’Andrea. Foto: operamusica.com

Per concludere, “Un angelo a Sant’Eusebio – Alessandra Marianelli per la festa di Vercelli”: un concerto di musica lirica che si terrà in serata nella basilica di Sant’Andrea. Protagonista dell’evento sarà una delle più importanti soprano della scena mondiale: Alessandra Marianelli. Saranno proposte pagine celebri e di grande impatto tratte dalle opere più importanti di Puccini, Verdi e Bellini.

Stefania Filice

Autore: Stefania Filice

Laureanda in lingue e letterature straniere moderne. Appassionata di libri, scrittura, fotografia e videomaking. Qualsiasi cosa abbia a che fare con la creazione di una storia, l’immaginario e la fantasia.
Sant’Eusebio: il primo agosto si festeggia il patrono di Vercelli ultima modifica: 2019-07-30T08:59:30+02:00 da Stefania Filice

Commenti

To Top