ARTE EVENTI

Natura svelata: esposizione di Angela Petrini e Odette Rösch

strenne con la mostra di pittura

Fino al 6 gennaio 2020 sarà possibile ammirare le opere di Angela Petrini e Odette Rösch, nell’esposizione “Natura Svelata”. Basterà recarsi al museo Borgogna e lasciarsi trasportare dalla curiosità e dall’amore per l’arte, in particolare quella floreale. La particolarità di questa esposizione riguarda la percezione sensoriale, con grande attenzione per quella olfattiva. Ogni dettaglio è curato dall’erboristeria vercellese “Erba d’ca”.

Angela Petrini e Odette Rösch

Angela Petrini è un’artista piemontese, diplomata al liceo artistico di Novara e laureata in giurisprudenza. Dal 2005 si avvicina all’acquerello botanico, frequentando i corsi di noti interpreti italiani di questa disciplina. Studio e dedizione la portano a ottenere il diploma Distinction in disegno e acquerello botanico dalla britannica Society of Botanical Artists.

Entra a far parte dell’Associazione Italiana Pittori Botanici “Floraviva”, di cui è presidente dal 2010. Il suo talento è stato premiato anche all’estero, dove ha ricevuto due riconoscimenti. A premiarla la Royal Horticultural Society, istituzione britannica tra le massime autorità mondiali in ambito botanico.

Natura Svelata con Angela Petrini
La pittrice Angela Petrini sul palco. Foto: pagina facebook “Donne & Riso”

Odette Rösch è una pittrice di origine tedesca, che dal 2000 vive in Italia. Dedita anche lei al disegno e all’acquerello botanico, ha una predilezione per la rappresentazione di varietà di tulipani e garofani. Studio ed esercizio costante l’hanno portata a crescere artisticamente, così da poter fare il suo esordio artistico nel 2017 nella mostra “Flora a Palazzo” ad Oleggio.

“Natura svelata” in mostra al museo Borgogna

L’esposizione floreale “Natura svelata” è in collaborazione con l’associazione femminile “Donne & Riso” di Vercelli. Questa esposizione ha alcune particolarità che la rendono unica agli occhi dei visitatori. La prima vede uno stretto dialogo con alcune opere della collezione permanente del museo. Opere che si collegano agli acquerelli esposti. La seconda vede la sala espositiva arricchita dalla percezione sensoriale di profumi. Sono essenze che pervadono lo spazio, studiate per l’occasione con la collaborazione dell’erboristeria vercellese “Erba d’ca” di piazza Cavour.

La “caccia al fiore” intratterrà ancor di più i visitatori. Saranno infatti invitati a scoprire anche altre varietà floreali, oltre a quelle esposte. Inoltre nelle sale museali sarà raccontato il loro significato simbolico e allegorico. E non ci saranno solo dipinti, i fiori sono raffigurati anche attraverso altre tecniche artistiche. Importante è anche la collaborazione del museo Borgogna con l’associazione DiapsiVercelli. Il sodalizio, col programma “Verso il lavoro”, ha disegnato e prodotto in esclusiva degli originali e coloratissimi gadget a tema.

Stefania Filice

Autore: Stefania Filice

Laureanda in lingue e letterature straniere moderne. Appassionata di libri, scrittura, fotografia e videomaking. Qualsiasi cosa abbia a che fare con la creazione di una storia, l’immaginario e la fantasia.
Natura svelata: esposizione di Angela Petrini e Odette Rösch ultima modifica: 2019-11-26T08:26:35+01:00 da Stefania Filice

Commenti

To Top