CIBO TRADIZIONI

Friciulin: il finger food delle nonne piemontesi

Friciulin e salsina

I friciulin sono delle frittatine piemontesi, dalla forma di polpetta, ottime per recuperare gli avanzi di cibo dei giorni precedenti. La loro forma le rende un cibo perfetto da portarsi dietro per un pranzo al sacco o per essere servite come un aperitivo, proprio come un finger food. Anche questo, come molti nostri piatti tipici, è un cibo strettamente legato alla tradizione agreste che, nel corso degli anni, è andato a modificarsi ed evolversi con nuovi ingredienti.

Friciulin Salati messi in un cuoppo
Alcuni tipi di friciulin salati. Foto: Trip Advisor

I friciulin della tradizione

un'erba di campo è il tarassaco
Erbe di campo per i friciulin: tarassaco. Foto: Agritur Solasna

I friciulin della tradizione piemontese sono facili da imparare e replicare. L’importante è trovare erbe di campo che siano lontane da fonti di inquinamento. Per erbe di campo s’intendono: tarassaco, papavero e ortica. Queste erbette, stando alla ricetta tradizionale delle nostre campagne, venivano abbinate ad un altro ingrediente fondamentale: l’arrosto della domenica. Vista la difficoltà odierna, rispetto al passato, di trovare erbe di campo, è possibile fare un’eccezione. Si possono usare verdure come biete, coste e spinaci. Unite alla carne o al salame cotto, restituiscono i sapori di una volta.

Friciulin Verdi messi in una ciotola
I friciulin della tradizione, con verdure e carne. Foto: ricette-bimby.net

Per replicare la ricetta autentica, avete bisogno di:

  • 300 gr di erbette lessate e strizzate
  • 650 gr di arrosto tritato
  • 5 cucchiai di pane grattugiato
  • 6 cucchiai di formaggio tipo Grana
  • 2 uova
  • sale, quanto basta.
l'arrosto da mettere in pastella e friggere
Uno degli ingredienti principali per i friciulin: arrosto di carne. Foto: ricette cucina

Dopo aver lessato e strizzato le erbette e aver sminuzzato la carne, unite gli ingredienti e mescolateli. Il composto deve essere sminuzzato finemente prima di procedere con gli altri passi della ricetta! A parte, realizzare una besciamella (latte, farina e burro) e unirvi il mix di erbe e carne, il pan grattato, il formaggio, le uova e il sale. Mescolare fino ad amalgamare bene. Versare in una casseruola l’olio per poter friggere i friciulin. Versate il composto con un cucchiaio (devono avere la forma di una polpettina) e lasciate cuocere fino a doratura. Possono essere mangiati sia caldi che freddi, come antipasto o secondo!

Le varianti

Friciulin di riso messi in un piatto a piramide
I friciulin di riso. Foto: cucina.fanpage.it

Lasciandoci per un attimo la tradizione alle spalle, nel corso degli anni sono nate tantissime varianti. Questo perché le abitudini alimentari sono cambiate, si sono aggiunti altri ingredienti e la ricetta originale è cambiata a seconda delle famiglie, ma anche dei luoghi. Ogni zona del Piemonte ha la sua variante, così come ogni famiglia ha la sua ricetta. Infatti si trovano friciulin a base di sole verdure, con le patate o con il riso! Una cosa che hanno in comune: si tratta sempre di una ricetta per riciclare gli avanzi. Infatti anche nel caso del riso, si intende il risotto del giorno (o dei giorni) precedenti e non un risotto preparato al momento.

Friciulin di mele fritti come le castagnole
Friciulin di mele, chiamate anche castagnole. Foto: meteoweb

Il procedimento rimane sempre lo stesso e la ricetta può essere semplificata rispetto a quella originale, eliminando la besciamella e utilizzando solamente le uova per amalgamare tutti gli ingredienti. Per quanto riguarda gli abbinamenti: possono essere vari. Dal consumarli da soli, magari accompagnati da un buon bicchiere di vino corposo come il Barbera, al servirli insieme ad un’insalatina o con una salsa. Ultimi, ma non meno importanti e particolari, sono i friciulin dolci alle mele che vengono fatti per carnevale. I friciulin piemontesi sono perfetti per essere messi in una schiscetta, per chi si trova a dover pranzare fuori casa, o per essere gustate durante le scampagnate e le gite fuori porta.

Stefania Filice

Autore: Stefania Filice

Laureanda in lingue e letterature straniere moderne. Appassionata di libri, scrittura, fotografia e videomaking. Qualsiasi cosa abbia a che fare con la creazione di una storia, l’immaginario e la fantasia.
Friciulin: il finger food delle nonne piemontesi ultima modifica: 2019-08-09T08:53:12+02:00 da Stefania Filice

Commenti

To Top