I VERCELLESI RACCONTANO VERCELLI

itVercelli

PERSONAGGI STORIA

Thomas Jefferson, dagli Usa a Vercelli in cerca del riso perfetto

Thomas Ok

Quando si parla di riso vercellese, il buon intenditore sa l’eccellente qualità di un prodotto che da centinaia di anni viene coltivato nelle risaie. Proprio perchè pregiato, è stato motivo del viaggio di Thomas Jefferson, giunto nella cittadina piemontese per studiare il suo rinomato riso. Partiamo però dall’inizio. Thomas Jefferson ha iniziato a studiare le lingue classiche a soli nove anni.

Thomas jefferson scolpito nel mont rushmore
Mount Rushmore – Foto Wikipedia

A vent’anni, con soli due anni di università, divenne avvocato. Padre Fondatore insieme a George Washington, il suo profilo è scolpito sul Mount Rushmore, nel South Dakota dove spiccano anche i volti di Roosevelt e Lincoln.

Thomas Jefferson, presidente degli Stati Uniti

Jefferson è ambasciatore americano di Parigi e prima di entrare alla Casa Bianca governa la Virginia. E’ anche segretario di Stato con Washington, vicepresidente e due volte presidente degli Usa, dal 1801 al 1809. Nato nel 1743 da una ricca famiglia scozzese, eredita a soli quindici anni una proprietà terriera del padre, con circa 200 schiavi. Ha anche dei figli, mai riconosciuti, nati da una relazione con una delle schiave.

Usa Territorial Growth 1790
Gli Stati Uniti d’America negli anni di Thomas Jefferson.

Il prossimo gennaio, al Museo nazionale di storia e cultura afro-americana smithsonian di Washington, si terrà una mostra sul tema “Jefferson e lo schiavismo a Monticello: paradosso della libertà”. Ma la figura di Thomas Jefferson non è solo ristretta alla pratica del suo schiavismo mai negato. Le sue stagioni non politiche le trascorreva nella sua tenuta di Monticello, in Virginia. La tenuta rappresenta perfettamente la sua persona. Jefferson infatti era un uomo di potere dalla personalità eclettica, ricca e creativa.

Il viaggio in Italia

Jefferson, circa quattordici anni prima di diventare il terzo presidente degli Stati Uniti, fa un viaggio in Italia. Lo scopo del suo viaggio è quello di capire perché il riso del Piemonte è superiore a quello coltivato in Carolina. Il suo viaggio inizia a Marsiglia. Nella cittadina francese, che importa una grande quantità di riso piemontese, crede di trovare le attese risposte.

800px Departements Of French Empire South 1811 Fr.svg
Il Piemonte e parte dell’Italia all’epoca dei distretti francesi.

Dunque, già a fine ‘700, Jefferson capisce che in Piemonte si coltiva una qualità di riso eccellente. Per questo motivo, prima di salire alla Casa Bianca, rivolge particolare attenzione all’agricoltura. A tal proposito si imbatte in un lungo viaggio. Capisce, sbagliando, che il buon riso dipende dalla modalità di gestione.

Spighe di riso
Spighe di riso

Jefferson sfida anche la morte perchè all’epoca a chi contrabbandava prodotti illegalmente, spettava la pena capitale. Il futuro presidente degli Stati Uniti, una volta giunto in Piemonte, si riempie le tasche del cappotto di riso. Ne nasconde qualche manciata addirittura nel bagaglio. Consegna anche a un pescatore di Genova, due sacchi di riso da esportare in America.

La lettera di Thomas Jefferson sul riso piemontese

Per ripercorre il viaggio di Thomas Jefferson, un’estratto della sua lettera tradotta può farci capire meglio la sua esperienza.

[…] A Marsiglia mi aspettavo di trovare una spiegazione della differenza di qualità tra il riso della Carolina e quello del Piemonte, che è esportato in grandi quantità a Marsiglia.
Non essendoci riuscito, ho fatto un viaggio di tre settimane attraverso la regione del riso al di là delle Alpi, attraversandola da Vercelli a Pavia per circa 60 miglia.

Risaia vercellese
Risaia piemontese – Foto Wikipedia


Ho scoperto che la differenza non sta nel modello di gestione, come si credeva qua a Marsiglia, bensì nella specie di riso. […]

Una volta tornato in Virginia però, il risultato sperato del suo viaggio e della sua ricerca, non dà i frutti sperati. Quei preziosi chicchi di riso non hanno successo ma, il riso vercellese, rimane ancora oggi un prodotto unico della nostra terra.

Thomas Jefferson, dagli Usa a Vercelli in cerca del riso perfetto ultima modifica: 2020-04-14T07:41:23+02:00 da Andrea Bellini
To Top