"Cambiare volto alla città": l'architettura razionalista a Vercelli - itVercelli

itVercelli

EDIFICI STORICI LUOGHI DI RITROVO

“Cambiare volto alla città”: l’architettura razionalista a Vercelli

Itvercelli 2

In arrivo un nuovo evento a Vercelli alla scoperta dell’architettura razionalista. “Cambiare volto alla città” della Onlus Oltre Confine porterà gli interessati a fare una passeggiata per le vie cittadine. L’appuntamento è per la mattina di domenica 4 luglio. Si confida nel bel tempo, per poter vedere e conoscere edifici, dettagli e storia di una architettura che ha caratterizzato buona parte della nostra città.

L’architettura razionalista ha interessato tutta l’Italia e, ancora oggi, è presente in diverse città

Un stile architettonico che in Italia si è sviluppato negli anni Venti e Trenta del secolo scorso, ma che come movimento artistico è nato e si è sviluppato in Germania nell’ambito del Movimento Moderno. Dagli anni Venti è poi proseguito in vario modo sino agli anni Settanta. Le sue radici ideali sono da ricercarsi nella Romanità del De Architectura di Vitruvio e nel Rinascimento. Si basa anche sulle teorie di Leon Battista Alberti e sull’architettura di stampo illuminista. La caratteristica dell’architettura razionalista italiana consisteva nel costruire gli edifici in modo che ogni particolare avesse una funzione.

Vercelli

Infatti, il razionalismo e il fascismo erano contrari ad applicare dettagli e decorazioni che andassero ad appesantire l’aspetto degli edifici. Ancora oggi, in Italia, sono presenti edifici risalenti a questa architettura e, di conseguenza, a questa epoca. Gli esempi più importanti sono: la Casa del Fascio a Como, il Palazzo di Città a Pescara, la stazione di Santa Maria Novella a Firenze, l’istituto di fisica dell’Università La Sapienza a Roma, il Palazzo delle Poste di piazza Bologna a Roma e moltissimi altri, tra cui quelli di Vercelli.

Una camminata domenicale alla scoperta della storia architettonica di Vercelli

A Vercelli, città che Mussolini definì “aurea” per il suo alto numero di medaglie d’oro al valor militare, ci sono tantissimi edifici che rappresentano l’architettura razionalista. Alcuni di questi sono noti a tutti noi cittadini, come ad esempio l’ex Cinema Teatro Viotti, in via Vittorio Veneto, realizzato tra il 1931 e il 1932. O la Casa dell’Agricoltore (conosciuta anche come Borsa Risi), in piazza Zumaglini, realizzata tra il 1936 e il 1941. O ancora la scuola elementare “Principe di Piemonte”, in piazza Cesare Battisti, inaugurata nel 1929 da Umberto II di Savoia, detentore all’epoca di tale titolo. E questi sono solo tre degli edifici tra i tanti che domenica 4 luglio, a partire dalle ore 8:30, potrete vedere.

omaggio di vercelli a ezio bosso architettura razionalista
Immagine del Comune di Vercelli

Oltre Confine vi porta in giro per la città, facendovi godere di una interessante e salutare passeggiata mattutina. In questo modo potrete scoprire i principali e più importanti edifici razionalisti di Vercelli. La visita sarà guidata e si richiede la prenotazione. Il costo è di 10 euro e per qualsiasi informazione potete rivolgervi direttamente alla guida, Alberto Pistola, al numero 320 4428117. Oppure al numero 3311905700 o mandando una email all’indirizzo [email protected].

“Cambiare volto alla città”: l’architettura razionalista a Vercelli ultima modifica: 2021-07-03T07:52:50+02:00 da Stefania Filice

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x