ARTE CULTURA

Dialoghi silenziosi tra antichi volumi e opere in mostra al museo

Libri al museo

“Dialoghi silenziosi. Una donazione di antichi volumi incontra le opere del Museo”. È il nome della mostra in corso al Museo Leone di Vercelli in questi giorni e che andrà avanti fino al 15 settembre.

Dialoghi Silenzioni Libri vecchi

Dialoghi silenziosi tra antichi libri ed opere in mostra al museo

“Dialoghi silenziosi. Una donazione di antichi volumi incontra le opere del Museo” è l’esposizione costituita da stupendi volumi del Seicento e del Settecento riguardanti argomenti diversi e arricchiti da suggestive illustrazioni.

Reperti al museo

Al fine di apprezzarne maggiormente il valore, le antiche opere sono messe in relazione e ‘in dialogo’ con le opere d’arte esposte nel museo.  In questo modo si concretizza un percorso che affianca i libri agli oggetti e ai reperti in vetrina.

Dialoghi silenziosi: una donazione che è atto di amore per la comunità

I volumi antichi che sono protagonisti della straordinaria esposizione sono frutto di una donazione ad opera del vercellese Piero Concio, collezionista di libri e amante della cultura.

esposizione al museo

Un ‘regalo’ che l’intellettuale ha voluto fare alla già ricca biblioteca del Museo Leone, custode della storia di Vercelli e del suo territorio, e a tutta la comunità locale. Piero Concio ha donato dieci titoli per un totale di ben ventun volumi.

Libri e opere, percorsi di storia che si incontrano

I ‘dialoghi silenziosi’ sono virtuali percorsi storico-culturali pensati per l’esposizione tra antichi volumi ed opere già in mostra. Sono stati accostati, ad esempio, la “Historia di tutte le eresie” alla sedia dell’Inquisitore di Vercelli Alessandro Rusca; e, ancora, il volume “Historie Cronologiche dell’origine degli Ordini Militari” con un elmo e una corazza cinquecentesca dei Cavalieri di Malta.

dialoghi silenziosi con i libri antichi

Altro ‘dialogo tra opera e libro’ è quello tra le tavole che illustrano i volumi sulla Galleria di Firenze e Palazzo Pitti, dedicati al Granduca di Toscana e stampati tra il Settecento e l’Ottocento, alle collezioni archeologiche conservate nella Sala delle colonne. Da rimarcare, inoltre, la superba pubblicazione dedicata alle vittorie del celebre principe Eugenio di Savoia che trova la sua perfetta collocazione tra le spade e gli abiti maschili della stessa epoca esposti a palazzo Langosco.

( Foto Facebook Museo Leone)

Dialoghi silenziosi tra antichi volumi e opere in mostra al museo ultima modifica: 2019-07-19T08:54:37+02:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

To Top