Pasta italiana: spaghetti alla bagna càuda, ricetta tipica piemontese - itVercelli

itVercelli

CIBO TRADIZIONI

Pasta italiana: spaghetti alla bagna càuda, ricetta tipica piemontese

Apaghetti In Cottura

Il 25 ottobre è la giornata mondiale della pasta, come festeggiarla se non con una ricetta che porta con sé un po’ di tradizione piemontese come gli spaghetti con la bagna càuda? Il sapore è ottimo, sono golosi al punto giusto soprattutto se accompagnati da un buon vino della nostra regione. Un primo piatto perfetto per un pranzo o una cena, ancor meglio se conviviale. Proprio perché la bagna càuda è la regina della convivialità e non può che sposarsi bene con la regina della tavola.

Bagna Cauda spaghetti
La bagna cauda preparata in un tegame di coccio

Spaghetti, la pasta italiana più conosciuta al mondo che si sposa perfettamente con una delle salse piemontesi più saporite

Gli spaghetti sono uno dei tipi di pasta più conosciuti in tutto il mondo. Pochi e semplici ingredienti per realizzarli: semole di grano duro e acqua e una forma inconfondibile. Se parliamo di spaghetti ci riferiamo a quel tipo di pasta dalla forma lunga e sottile e di sezione tonda. Le origini degli spaghetti sono antiche e italiane, più precisamente troviamo traccia della loro esistenza nel “Libro di Ruggero” pubblicato nel 1154 da Al-Idrisi, geografo di Ruggero II di Sicilia. Al-Idrisi parla di Trabia, un paesino della Sicilia a 30 km da Palermo, descrivendola come una zona con molti mulini dove si fabbricava un tipo di pasta a forma di fili. Nel corso del tempo prese il nome di vermicelli prima e di spaghetti poi e si diffusero lungo tutta la penisola italica.

Spghetti Bianchi
Un invitante piatto di spaghetti

Se si pensa alle ricette che venivano realizzate con gli spaghetti ai quei tempi, si rimarrà stupiti di scoprire che venivano conditi in molto semplice: olio d’oliva, formaggio e pepe. Solo successivamente, tra il diciassettesimo e il diciottesimo secolo, il pomodoro divenne un ingrediente con cui condirli. La diffusione degli spaghetti ha dato il via a tantissime ricette regionali italiane che prevedono anche carne e pesce. Ragù alla bolognese, vongole e frutti di mare, amatriciana, puttanesca sono alcuni dei tantissimi piatti italiani che vedono gli spaghetti come protagonisti. Non solo tradizione, ma anche innovazione. Giorno dopo giorno nascono nuove ricette, continuando a mescolare ingredienti e idee. Un esempio sono gli spaghetti alla bagna càuda.

Condire la pasta con la bagna càuda per un primo piatto carico di sapore

La bagna càuda è una delle salse più saporite del Piemonte. Realizzata con aglio, olio e acciughe è usata come salsa per le verdure. La tradizione vuole che si intingano le verdure, cotte e crude, nella bagna càuda, ancor meglio se condivisa con amici e parenti. È infatti nota come salsa regina della convivialità e simbolo della tradizione agreste. Come preparare gli spaghetti alla bagna càuda? Innanzitutto bisogna preparare la salsa e per farlo è importante sapere per quante persone realizzarla, in modo da non esagerare con gli ingredienti e rovinarla.

Bagna Càuda In Giappone
La bagna cauda

Conviene, dunque, seguire la ricetta originale: uno spicchio d’aglio a persona, mezzo bicchiere d’olio d’oliva a persona, 50 grammi di acciughe a persona e un pezzetto di burro da aggiungere a fine cottura. Tritare l’aglio e dissalare e diliscare le acciughe. Dopodiché bisogna fare sciogliere questi due ingredienti nell’olio d’oliva, a fuoco lento. Quando raggiungerà la consistenza di una salsa, la vostra bagna càuda sarà pronta. Nel mentre che gli ingredienti si sciolgono, potete cuocere i vostri spaghetti. Una volta scolati, conditeli con la bagna càuda e il piatto è pronto per essere gustato. Se volete attenuare il gusto dell’aglio, lo potete cuocere preventivamente nel latte. E se cercate un vino per accompagnarli, potrebbe fare al caso vostro un vino robusto, naturalmente piemontese, come Barbera, Dolcetto, Nebbiolo o Barbaresco.

Pasta italiana: spaghetti alla bagna càuda, ricetta tipica piemontese ultima modifica: 2021-10-25T06:40:54+02:00 da Stefania Filice

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x