I VERCELLESI RACCONTANO VERCELLI

itVercelli

LO SAPEVI CHE STORIA

Karol Wojtyla e la sua visita a Vercelli del 1998

Carol Wojtyla Copertina

Karol Wojtyla, ovvero Papa Giovanni Paolo II, il 23 maggio del 1998 venne in visita a Vercelli, riempiendo la città di fedeli e di curiosi. Un evento indimenticabile per la nostra cittadina, che ci ritorna alla mente mentre celebriamo il centenario della nascita di questo pontefice che è rimasto nel cuore di molti fedeli. Un uomo che ha segnato la storia del Novecento e che Papa Francesco ha canonizzato nel 2014 insieme a Giovanni XXIII.

Karol Wojtyla, ventidue anni fa a Vercelli

Sono passati ventidue anni dalla visita di papa Giovanni Paolo II a Vercelli. Una visita che ha lasciato anche dei segni tangibili in tutta la città e sono visibili tutt’ora. Questo anniversario nostrano cade pochi giorni dopo il centenario della nascita del papa polacco nato il 18 maggio 1920. Una visita accolta da qualcosa come ventimila persone, un evento che rimarrà nella storia di Vercelli come uno dei più importanti e significativi.

Carol Wojtyla, Papa Giovanni Paolo II

Chi volesse ripercorrere i segni lasciati dalla visita di Carol Wojtyla a Vercelli, rimarrà sorpreso perché sono sparsi per tutta la città. Innanzitutto, le stanze. Al piano superiore del Palazzo Arcivescovile, sede del Museo del Tesoro del Duomo, sono aperte al pubblico le Stanze del Papa, che hanno ospitato Giovanni Paolo II nel 1998 e papa Giulio II nel 1500. Al termine della strada per il rione Cappuccini, strada ribattezzata proprio via Giovanni Paolo II, troverete il busto dello scomparso papa ad attendervi. Un omaggio più recente rispetto alla visita, legato propriamente al rione.

Sant'Eusebio - Duomo Di Vercelli

E chi si ricorda che avvenimento venne celebrato durante questa visita? In una messa all’aperto davanti al Duomo, a cui si poteva assistere anche dal vicino parco Kennedy gremito di gente con bandierine gialle e bianche, era stato proclamato beato don Secondo Pollo, indimenticabile personaggio vercellese.

Quel legame tra papa Giovanni Paolo II e il rione Cappuccini

Karol Wojtyla, il 16 ottobre del 2011, ha fatto ritorno a Vercelli. Nella chiesa parrocchiale dei Cappuccini è, infatti, custodita una delle uniche due reliquie presenti in Italia. Ancora una volta, un evento di grande importanza e rilievo per la Vercelli storica, religiosa e culturale.

Karol Wojtyla Don Cristiano Bodo
Don Cristiano Bodo – TwisterSprint / CC BY-SA

A ricevere l’ampolla furono l’allora arcivescovo di Vercelli Enrico Masseroni e don Cristiano Bodo, ora vescovo di Saluzzo, insieme alla folla di fedeli. L’arrivo della reliquia ha coinciso con il 33mo anniversario d’elezione di Wojtyla al soglio pontificio. La reliquia è stata donata alla diocesi vercellese dal vescovo di Cracovia, il cardinale Stanislao Dziwisz durante la sua visita in città nel settembre 2011.

Immagine in evidenza Itto Ogami / CC BY

Karol Wojtyla e la sua visita a Vercelli del 1998 ultima modifica: 2020-05-22T08:01:33+02:00 da Stefania Filice
To Top