EVENTI STORIA

L’oltretomba del mondo antico in mostra al Museo Leone

Oltretomba con la Locandina dell'evento

L’oltretomba nel mondo antico, riti e superstizioni. Su questa complessa tematica il Museo Leone propone, per le 16 di sabato 2 novembre, una nuova e interessante visita guidata. L’evento è in collaborazione con il Progetto Dedalo che vede la collaborazione con l’Azienda sanitaria locale di Vercelli insieme ai suoi partner, tra cui anche il Museo di via Verdi.

Oltretomba è il tema della mostra in corso al museo leone pieno di visitatori

 Per tutti i tesserati Dedalo l’ingresso sarà gratuito mentre, chi lo desidera, potrà tesserarsi a momento, usufruendo in tempo reale dell’offerta. La visita sarà aperta a tutti gli amici del Museo Leone al prezzo ridotto di 5 euro e permetterà di ammirare l’intero percorso espositivo. Per partecipare non sarà necessaria la prenotazione ma sarà sufficiente presentarsi alcuni minuti prima dell’inizio nella biglietteria del museo.

L’oltretomba nel mondo antico

Sarà Federica Bertoni, responsabile delle collezioni archeologiche del Museo Leone che condurrà la visita guidata dal titolo “L’oltretomba. Riti e superstizioni del mondo antico”. Con questo evento si intende creare un focus sulla festività di Ognissanti e sul 2 novembre che è la commemorazione dei defunti.

Oltretomba con un prato pieno di candele e croci in ricordo dei defunti

La finalità è quella di comprendere come siano nate queste due date ormai consolidate nel nostro calendario. Infatti si tratta di due feste create per sostituire antiche ricorrenze pagane in un periodo dell’anno in cui si viveva il passaggio dalla luce estiva al buio invernale e si modificavano i ritmi della vita di uomini e animali.

L’oltretomba tra riti apotropaici e antichi reperti

Gli organizzatori dell’evento sottolineano che “dagli antichi celti fino ai romani, la morte era contemplata come una presenza normale in un mondo che, tuttavia, temeva il ritorno dei defunti e ne faceva oggetto di superstizione e di riti apotropaici.

Oltretomba con i Reperti archeologici esposti nel museo

Un mondo che tuttavia dall’altra parte sapeva vivere il trapasso con rassegnazione. Tanto che preparava gli uomini al culto della propria memoria e quindi all’organizzazione del proprio viaggio ultraterreno. Saranno i reperti archeologici, i sarcofagi, i resti dei corredi funebri e gli amuleti, custoditi nella sezione archeologica del Museo Leone a raccontarci questa storia.

I luoghi della cultura vercellese

I principali luoghi della cultura di Vercelli sono gestiti dall’ente comunale: il Teatro Civico in primis. E poi c’è il Mac – Museo archeologico civico, il polo espositivo Arca, le sale comunali  del Piccolo Studio del Sant’ Andrea e del Palazzo Dugentesco. E naturalmente non può mancare la Civica Biblioteca, in parte già trasferita nei rinnovati locali dell’Ex Ospedale Maggiore.

cittadini vercellesi in visita al museo leone

I musei e le numerose associazioni culturali costituiscono  il motore principale della vita culturale vercellese. Inoltre l’ente collabora con Atl Valsesia Vercelli, l’azienda turistica locale che si occupa della promozione del territorio.

(Foto Facebook Museo Leone/Pixabay)

L’oltretomba del mondo antico in mostra al Museo Leone ultima modifica: 2019-11-01T08:11:49+01:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

To Top